Home

Raccolta di reperti archeologici

L’acquisizione di un oggetto storico ha sempre un significato
profondo, è toccare direttamente e personalmente un passato lontano. Non è
necessario essere ricchi: molte cose si possono acquistare per poche decine di
euro.

Il primo oggetto, comprato o offerto, è sempre una gioia. Spesso
non è necessario scegliere: è il “coup de coeur”, l’oggetto che
sceglie te! Troverete facilmente alcune monete, fibule o lampade ad olio
romane. Per la Grecia, le monete sono più costose, ma si possono trovare delle
belle ceramiche a prezzi accessibili. Per l’Egitto, amuleti, scarabei,
statuette (ushabtis)… anche se i prezzi sono in aumento.

Con il secondo oggetto a volte inizia una collezione , nel tempo, ci
si interessa a una famiglia di oggetti, un tempo, un luogo, un soggetto, la
scelta è vastissima!

Alcuni se ne pentiranno, ma il tempo è passato per i dilettanti
avventurosi che attraversavano deserti e montagne alla ricerca di tesori
perduti. Non è quindi scavando nel terreno che costruirete la vostra
collezione. Né si deve essere complici dei saccheggiatori acquistando oggetti
di dubbia provenienza.

Dove acquistare?

Tutto dipende dall’oggetto, si possono facilmente trovare monete,
oggetti romani. Le fonti di oggetti greci, etruschi o egiziani sono molto più
rare. Le aste pubbliche sono spesso molto interessanti. Su Internet, molti
rivenditori seri operano da anni.

E che dire del budget in tutto questo?

“Siate ragionevoli” è una risposta breve – perché il
fatto stesso di collezionare non è, in senso stretto, un atto ragionevole.
Fortunatamente, anche se ogni collezione è un po’ avvincente, i collezionisti
psicopatici sono rari ed è possibile alimentare questa passione senza privarsi
troppo. Naturalmente, facciamo attenzione a non acquistare oggetti il cui
prezzo superi il nostro budget. Moltiplicare gli acquisti di piccoli oggetti
economici è certamente molto piacevole, ma in totale il prezzo pagato può
essere più alto, e se pensiamo che un giorno dovremo rivendere un oggetto bello
è un investimento migliore di molti di qualità media. Insomma, evitate
l’acquisto compulsivo, e costruirete, al vostro ritmo e molto modestamente, il
vostro piccolo “museo” personale.

http://www.culturaitalia.it/opencms/museid/viewItem.jsp?id=oai%3Aculturaitalia.it%3Amuseiditalia-coll_620